Ricettario

Condimento per pasta con le sarde
Bucatini con le sarde
Versare il condimento per la pasta con le sarde  in una padella capiente e riscaldare.
Cuocere i bucatini in abbondante acqua, appena al dente scolarli, conservando una parte dell’acqua di cottura, versarli nel condimento già caldo, continuare la cottura aggiungendo poco alla volta l’acqua di cottura dei bucatini.
Ultimare versando un filo di oli extra vergine di oliva ed una manciatina di pecorino semi-stagionato grattugiato (a piacere potete sostituire il pecorino con del pan grattato tostato).
Salsa del diavolo
Crostone tutto sesamo e salsa del diavolo con formaggio ‘ragusano D.O.P.’ media stagionatura ed insalatine novelle
Tagliare due filoni di pane siciliano tutto sesamo a metà per il senso della lunghezza, condire abbondantemente con oli extra vergine di oliva, spalmare in modo uniforme la salsa diavola su ogni mezzena, posare a piacimento le scaglie di formaggio ragusano, infornare in forno pre-riscaldato per 3 minuti ad una temperatura di 200°C.
Sfornate il pane condito, appoggiare  su ogni mezzena un bel bouquet di insalatine novelle ben mischiate (soncini, lattuga, rucola) irrorare con un filo di olio extra vergine e servire.
Salsa casereccia
Arista di maiale arrosto in salsa casereccia
Preparare un arista di maiale del peso di 1e½ legandola con lo spago da cucine, salarla, peparla, irrorare con un filo di olio extra vergine ed infornarla per 10  minuto in forno pre-riscaldato a 220°C.
Ritirare la carne dal forno, eliminare lo spago ed ungerla abbondantemente con la salsa casereccia, spolverare abbondante pan grattato e infornare ancora per 10 minuto a 220°C.
Ritirare dal forno lasciare riposare per 5 minuti tagliare le fette di arrosto in salsa casereccia ed accompagnare con patate lesse.
Pesto siciliano
Spaghetti al pesto siciliano
Versare il condimento ‘pesto siciliano’ in una padella capiente e riscaldare.
Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua, appena al dente scolarli, conservando una parte dell’acqua di cottura, versarli nel condimento già caldo, continuare la cottura aggiungendo poco alla volta l’acqua di cottura degli spaghetti.
Ultimare versando un filo di oli extra vergine di oliva ed una manciatina di pecorino piacentino ennese allo zafferano semi-stagionato grattugiato.
Pesto di pistacchi e mandorle
Busiate di pasta fresca al pesto di pistacchi e mandorle
Versare il condimento ‘pesto di pistacchi e mandorle’ in una padella capiente e riscaldare, aggiungere del pomodoro datterino privato dei semi e lasciare cuocere aggiungendo di tanto in tanto poca acqua, regolare di sale e pepe e tenere in caldo.
Cuocere le busiate di pasta fresca in abbondante acqua, appena al dente scolarli, conservando una parte dell’acqua di cottura, versarli nel condimento già caldo, continuare la cottura aggiungendo poco alla volta l’acqua di cottura delle busiate.
Ultimare versando un filo di olio extra vergine di oliva, abbondante basilico tagliuzzato ed una manciatina di parmigiano reggiano  grattugiato.
Pesto di pistacchi
Spigola al sale con pesto di pistacchi
Preparare una spigola da 1 kg almeno, salandola e pulendola delle interiora.
Preparare il composto di sale grosso ed albume d’uovo montato.
Disporre il composto di sale in una teglia capiente, appoggiare la spigola preparata e imbottita di erbe aromatiche e di uno spicchio di aglio, coprire la spigola con l’impasto di sale ed infornare a 200°C per 20 minuti.
Nel frattempo versare il pesto di pistacchi in una ciotola in vetro diluirlo leggermente con poca acqua tiepida ed aggiungere dei pomodori di pachino tagliati in piccoli pezzi lasciare insaporire.
Sfornare la spigola lasciarla riposare qualche minuto rompere la crosta di sale ed eliminarla facendo attenzione a ripulire bene la spigola del sale superfluo.
Porzionare la spigola nei piatti, versare come accompagnamento il pesto di pistacchi aromatizzato e servire con dell’insalata verde in abbinamento che potrà essere condita con il restante pesto di pistacchi aromatizzato.